Scroll to top

CONDé NAST ITALIA NEWS

Glamour Awards 2016

Read more

Si è tenuta il 14 settembre, durante un esclusivo dinner gala presso la Società del Giardino a Milano, la terza edizione dei Glamour Awards, la premiazione dei personaggi più glam del 2016. Tra i premiati, top model, attrici, influencer, modelli aspirazionali che si distinguono non solo per bellezza ed eleganza, ma anche per talento e impegno.

 

Tra gli ospiti, stilisti, imprenditori, socialite e numerose celebrities tra cui Melissa Satta, Caterina Balivo, Francesca Chillemi, Stefano Rosso, Candela Novembre, Tess Masazza, Nadège, Anna Ferzetti, Catrinel Marlon, Miriam Dalmazio, Valentina Corti, Gabriella Pession, Linda Tol, Anastassia Khozissova

I premiati di questa edizioni sono:

ELISA SEDNAOUI -  supermodel, attrice, spesso cover girl di Glamour e operatrice sociale. Nel 2013 Elisa ha creato la Elisa Sednaoui Foundation, con la quale combatte la povertà educativa di bambini e adolescenti. A oggi, sono 7 i programmi da lei messi in atto: 6 nelle campagne egiziane e uno in Italia, a Bra, lo scorso maggio in collaborazione con Save The Children

CRISTIANA CAPOTONDI - Una delle attrici più poliedriche del panorama italiano. Memorabile  la sua interpretazione di Lucia Annibali, l'avvocatessa sfregiata dall'acido. Cristina è impegnata a favore di varie associazioni, dall’Airc, per la Ricerca sul Cancro, a San Patrignano.

CARLY PAOLI -  Voce d'angelo che ha incantato tutti cantando l'Ave Maria nel concerto del Giubileo 2016. Enfant Prodige nata a Nottingham da madre italiana e padre inglese, oggi Carly è un mezzo soprano capace di tutto: di duettare con uno dei mitici Tre Tenori, Jose Carreras, e di realizzare i sogni dei bambini gravemente malati. A Londra, infatti, segue di persona l'Associazione When you wish upon a star, a cui peraltro ha devoluto il ricavato del suo ultimo disco, il natalizio My Christmas Dream is You, arrivato al secondo posto nelle classifiche iTunes.

NYKHOR PAUL - Supermodella, attivista, rifugiata. Scappata dai conflitti sanguinosi del suo Paese, il Sud Sudan, dopo un periodo in Etiopia, oggi vive a New York dove è diventata una top model amata dalle griffe che contano. Oggi Nykhor usa la sua visibilità per campagne condotte a favore dell’associazione Nilotic, che significa “gente del Nilo”, popoli con una storia antichissima, con un prezioso bagaglio storico-culturale che non può andare sprecato, ne dimenticato.

AMBRA ANGIOLINI -  Attrice di cinema e di teatro, cantante, conduttrice tv, attiva nel mondo dello spettacolo da 25 anni. Il 2016 è stato professionalmente un anno d'oro per lei. Protagonista al cinema con l’ultimo lavoro di Michele Placido, a teatro con un testo cult come Tradimenti di sir Harold Pinter, in tv con la conduzione del docu-reality di Rai 2 Coppie in attesa. Senza dimenticare l'impegno sociale, che preferisce non esibire.

ELENA PERMINOVA - Una donna che, prima di tanti altri, ha capito le potenzialità dei social media. Siberiana con un fisico da modella, si è resa velocemente conto che anziché sfilare solo due volte all'anno in passerella poteva farlo tutti i giorni postando le foto dei look sui suoi canali online. Così ha cominciato a ispirare migliaia, poi milioni, di donne. Star del fenomeno dello street style, avendo constatato il potenziale del web 2.0 per fare business, ha deciso di impiegarlo anche per far del bene. Ha fondato la prima asta globale di beneficenza su Instagram: @sos_by_lenaperminova, con cui offre aiuto concreto ai bambini malati in difficoltà economiche.

KAROLINA KURKOVA -  Top model che nel tempo ha posato per i più grandi fotografi e lavorato per i brand più prestigiosi internazionali. Nel sociale sono numerosissime le organizzazioni non-profit con cui collabora, tra cui AmFAR.

STELLA JEAN - Stilista che sa fare dialogare culture lontane e diversissime. Metà haitiana e metà romana, il métissage ce l'ha nel Dna e ne ha fatto una colonna portante della sua linea di moda. Collezioni sempre sorprendenti, all'insegna della multiculturalità. Dal 2012 Stella collabora con il programma di moda etica delle Nazioni Unite operando ad Haiti, Burkina Faso, Mali, Kenya, Etiopia.

BEBE VIO - Campionessa di scherma entrata nel cuore di ognuno di noi. Coppa del Mondo ai mondiali di Pisa, e poi Oro nel fioretto individuale e Bronzo nella gara a squadre alle Paralimpiadi di Rio 2016. La battaglia più grande l'ha vinta a 11 anni, quando una meningite fulminante le ha portato via gambe e braccia, ma non il sorriso né, tantomeno, la determinazione. Bebe Vio aiuta gli altri a vincere: non solo con il suo esempio, ma tramite un'associazione, la art4sport onlus, che promuove l'attività sportiva dei bambini amputati.

Novità di quest’anno è il premio speciale ad un uomo: ALESSIO BONI.

Alessio Boniè stato scelto non solo per la sua carriera d’attore ma anche per il suo impegno nei confronti delle persone meno fortunate. Per anni ambasciatore dell'Unicef, oggi collabora con Pangea, una onlus contro la violenza sulle donne, e con il Cesvi, associazione dedicata allo sviluppo economico del Terzo Mondo. Proprio con il Cesvi è appena stato ad Haiti.

L’esclusiva serata è stata presentata da Natasha Stefanenko. Dopo la cena si è tenuto il party con il dj-set di Graziano Della Nebbia a cui hanno preso parte altri trecento ospiti.

“I Glamour Awards 2016 hanno visto premiati dieci personaggi che al carisma e al successo uniscono un forte commitment personale per costruire un mondo migliore. Solo così si può essere veri influencer” commenta Cristina Lucchini, direttore di Glamour.

Si ringraziano per la partnership e il supporto all’evento: ALCANTARA, VOLKSWAGEN,

LIERAC, BELVEDERE VODKA, MOET & CHANDON, TONI&GUY e SELETTI

 

GQ Best Dressed Men 2017

Read more

Per il terzo anno consecutivo torna l’atteso appuntamento con i GQ Best Dressed Men. L’ambito award del maschile di Condé Nast diretto da Emanuele Farneti, che ogni anno premia gli uomini più eleganti d’Italia, è stato consegnato ieri sera durante un evento tenutosi presso “Carlo e Camilla in  Segheria” a Milano. Trenta i premiati: tutti italiani, di nascita o d’adozione, che con il loro lavoro, la loro visione e le loro scelte di abbigliamento hanno contribuito a dare forma al nostro stile. Diversi gli ambiti di provenienza: dalla moda allo spettacolo, allo sport, all’arte, all’architettura, all’imprenditoria e alla finanza. 

Per la prima volta i vincitori sono stati scelti, oltre che dalla redazione del giornale, da una prestigiosa giuria composta da Margherita Missoni, nipote di Ottavio e designernell’azienda di famiglia; Francesco Bonami, critico e curatore d’arte contemporanea; Godfrey Deeny, inviato di moda e costume e editor-at-large di Le Figaro; Mario Dell’Oglio, Presidente della Camera Italiana Buyer della Moda; Scott Schuman, blogger e fotografo di street style; Lawrence Steele, stilista e designer e Andrea Tenerani, fashion and creative directori di GQ.

 Ospite d’onore della serata è stato l’attore americano Patrick Dempsey, celebre protagonista di film e serie tv quali Grey’s Anatomy e Bridget Jones’s baby. Ad aspettare Dempsey, che tornerà presto in scena con una serie tv crime di cui è anche produttore, una carica di alcune centinaia di ragazze che, dopo averlo assediato all’uscita dall’hotel nel centro di Milano, hanno bloccato per diversi minuti la strada da cui si accede al ristorante.

Insieme a lui, Stefano Accorsi, attore dell'anno, pluripremiato per la sua interpretazione del pilota di rally nel film Veloce come il vento diretto da Matteo Rovere, e attualmente sul set della serie 1993 (sequel di1992), da lui ideata. Ad accompagnare Accorsi la moglie Bianca Vitali, proprio nel giorno in cui la coppia ha dato notizia di essere in attesa del primo figlio.

Tra i circa 500 ospiti presenti numerosi stilisti e top executives della moda; CarloCapasa, presidente della Camera della moda; Carlo Cracco, padrone di casa, e il suo collega chef Andrea Berton. E personaggi dello spettacolo quali Camila Raznovich, Filippa Lagerbäck, Benedetta Mazzini, Fiammetta Cicogna, Saturnino e Andrea Biagioni, di X Factor.Questi i vincitori del Best Dressed Men 2017: Eugenio Amos, Stefano Accorsi, Giberto Arrivabene, Luciano Barbera, Alessandro Benetton, Marco Bizzarri, Manfredi Catella, Alessandro Cattelan, Maurizio Cattelan, Carlo Clavarino, Barnaba Fornasetti, Giancarlo Giammetti, Leonardo Girombelli, Giorgio Guidotti, Claudio Marchisio, Francesco Micheli, Ottavio Missoni Jr, Antonio Monfreda, Fabrizio Moretti, Riccardo Muti, Carlo Noseda, Gregorio Paltrineri, Pierpaolo Piccioli, Riccardo Pozzoli, Robert Rabensteiner, Romeo Ruffini, Alessandro Sartori, Gian Enzo Sperone, Charley Vezza, Alex Zanardi.

 Main Partner della serata èstata Fiat che con 124 spider, da sempre icona di stile e raffinatezza grazie alla particolare dedizione che il marchio ha nei riguardi dell’eleganza, assicura un’autentica esperienza roadster, unita ad uno stile tutto italiano. 124 spider è l’auto adatta a chi fa della classe e della ricercatezza, uno stile di vita. A tal proposito, Fiat in collaborazione con GQ, ha riconosciuto la giusta coniugazione tra il lifestyle e il mondo dei motori in Eugenio Amos e Riccardo Pozzoli, i due personaggi d’eccezione che hanno provato l’auto postando sui canali social la propria esperienza alla guida di Fiat 124 spider.

Inoltre TAG Heuer, marchio svizzero di cronografi sportivi di prestigio, ha premiato Stefano Accorsi con uno dei suoi modelli dallo stile più rappresentativo: TAG Heuer Monaco Calibre 11, riedizione del mitico cronografo dalla cassa quadrata con quadrante blu, divenuto leggenda al polso di Steve McQueen nel film ‘Le 24 Ore di Le Mans’.

 Un ringraziamento speciale va a Cantine Ferrari, che con le loro bollicine Trentodoc ha intrattenuto gli ospiti durante la serata e a Carlo Moretti, che ha omaggiato gli uomini premiati presenti all’evento con i suoi prestigiosi vasi della serie I Piccoli a tiratura limitata, firmati, numerati e incisi appositamente per l’occasione.

 

L’Uomo Vogue e New Balance insieme a Pitti Uomo 91 per lanciare la 247

Read more

Si è tenuto il 10 gennaio, nella storica dimora signorile di Palazzo Strozzi, l’evento “ 247 ICONIC NUMBERS FOR ICONIC ATTITUDES” organizzato da L’Uomo Vogue e New Balance per il lancio in Italia di una nuova silhouette lifestyle - la 247 - caratterizzata da un design moderno e urbano che si fonde alla qualità e all’artigianalità del marchio, dando così vita a un modello ultra contemporaneo.

La New Balance 247 Luxe attinge infatti alla raffinatezza delle pelli premium che si combinano con costruzione a calzino in tessuto tecnico, per un migliore fit e un look decisamente attuale. Progettata per essere adatta a tutte le occasioni, la sua versatilità è ideale per uno stile di vita sempre on-the-go e per essere indossata 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Proiezioni video e immagini in time laps, giorno e notte,  ne hanno enfatizzato il concetto.

Per l'occasione L’uomo Vogue ha reinterpretato delle immagini di New Balance, che sono state trasmesse su degli schermi posizionati su installazioni insieme alle scarpe.

Agli ospiti è stata inoltre data la possibilità di visitare in esclusiva la mostra “Ai Weiwei. Libero”,  la prima grande mostra italiana dedicata a uno dei più celebri e controversi artisti contemporanei.

L’allestimento, ispirato al concetto di galleria d’arte contemporanea, è stato pensato anche per creare una connessione con la mostra.

 

 

Aspettando il Natale con Vanity Fair

Read more

In occasione dell’uscita del Christmas Collection, il numero speciale dedicato alla notte più magica dell’anno, Vanity Fair ha festeggiato l'1 dicembre l’arrivo del Natale con una serata speciale a Palazzo Serbelloni.

Tanti gli ospiti intervenuti per l’occasione, volti noti e meno noti, che hanno reso speciale la festa.

Un evento dall'atmosfera natalizia che ha acceso le luci sul fascino dell'attesa e dell' avvento con otto alberi addobbati e personalizzati da Air Express, Berlucchi, Campari, Franciacorta Outlet, Kartell, Sisley Cosmetics, Tearose e che sono stati i veri protagonisti della serata tra un brindisi e tante sorprese.

Christmas Collection è  in edicola da mercoledì 30 novembre per accompagnare i lettori di Vanity Fair fino al 25 dicembre con suggerimenti, coccole e sogni ad occhi aperti.

 

 

 

Photo Vogue Festival 2016

Read more

Si è conclusa con grande successo la prima edizione del Photo Vogue Festival, il primo Festival internazionale dedicato alla fotografia di moda, organizzato da Vogue Italia con il patrocinio del Comune di Milano.

“La fotografia è da sempre una delle essenze di Vogue Italia che in 50 anni, dalla sua fondazione, ha elevato il connubio tra moda e fotografia eccellenti a livello di arte e questa consapevolezza ha reso naturale la decisione di fondare il Photo Vogue Festival.”  Alessia Glaviano, senior photo editor di Vogue Italia e direttore artistico del Festival.

 

Oltre 12.000  le presenze registrate negli otto giorni dell’evento che,  tra il 22 ed il 29 novembre, si sono alternate nelle due prestigiose aree espositive che lo hanno ospitato:il suggestivo spazio industriale riconvertito di Base Milano e Palazzo Reale. Tanti anche gli stranieri venuti appositamente per l’evento, grazie ad un ottima copertura mediatica ottenuta all’estero oltre che in Italia.

Nelle due location, si sono tenute le tre mostre cardine del Festival: A Palazzo Reale VANESSA BEECROFT POLAROIDS 1993.2016, la monografica dedicata all’artista italiana e  realizzata con  il supporto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e grazie al contributo incondizionato di Mediolanum farmaceutici S.p.A.; a Base Milano  THE FEMALE GAZE, una mostra dedicata alle fotografe che hanno rivoluzionato - e stanno rivoluzionando - il modo di rappresentare il corpo e la sessualità femminile nella fotografia di moda,  e PHOTOVOGUE/inFASHION, un’esposizione dedicata ai fotografi selezionati tramite lo scouting indetto sul canale PhotoVogue di Vogue.it.

Diversi eventi collaterali sono stati  inoltre organizzati dalle migliori gallerie e dai più importanti spazi espositivi milanesi.

Base Milano è stata anche teatro di diversi interessanti talk sulla fotografia in ogni sua declinazione, tra i protagonisti: Vanessa Beecroft, Paolo Roversi, Mario Calabresi, Azu Nwagbogu, Christto & Andrew, Ilaria Bonacossa, Michael Hoppen, Yoshinori Mizutani, Alessandro Rabottini, Massimo Torrigiani, Enrico Stefanelli, Francesco Zanot, Riccardo Conti, Giulia Zorzi, Bex Day, Amanda Charchian,Shae Detar.

Il Photo Vogue Festival è stato un grande evento anche online: oltre 350 mila utenti si sono collegati al sito di Vogue durante le giornate del Festival, con più di 5 milioni di pagine viste. Ottimo successo anche sui social con 4.000 post tra Facebook, Instagram, Twitter con hahstag #PhotoVogueFestival e circa 300.000 persone raggiunte dalla pagina evento dedicata.

Partner automotive del Photo Vogue Festival è stato Audi che ancora una volta era al fianco di Vogue Italia nella promozione del talento e dell’innovazione.

Mobile Partner dell’iniziativa è stato Huawei.

 

Glamour Beauty Show 2016

Read more

Si è conclusa con grande successo la prima edizione del Glamour Beauty Show, il primo evento italiano dedicato alla bellezza firmato da Glamour Italia.  Oltre 10.000  le presenze registrate nei due giorni che,  tra venerdì  21 e sabato 22 ottobre, si sono alternate nelle tre aree create per l’occasione al Superstudio Più di Milano.

 

Nella prima area, la Trend Gallery,  otto importanti brand Beauty hanno intrattenuto il pubblico presente con live & interactive experience, make-up & hair session, presentazioni di prodotti, informazioni e rappresentazioni. BioNike, Chanel, Dior, Lancôme, Mac, Phyto, Shiseido,Zadig & Voltaire,questi i beauty partner che hanno, insieme a Glamour, dato vita a un evento unico nel suo genere.

La seconda area, il Daylight, ha ospitato i set fotografici e le nuove start-up del beauty. Grazie a quattro fotografi di Glamour, Mario Gomez, Cosimo Buccolieri, Fabrizio Turrà e Massimo Ferrari e a bellissime modelle, è stato possibile vivere dal vivo l’esperienza di un vero e proprio shooting redazionale.

Nella terza area, l’Auditorium, punto nevralgico dell’evento, si sono alternati importanti ospiti della scienza, dello spettacolo, dello sport, della comunicazione e non solo, sotto la conduzione di Paola Maugeri, giornalista, presentatrice tv e dj radiofonica.

Jetsun Pema sorella di Sua Santità il Dalai Lama, Carol Alt, Bebe Vio, Giovanni Gastel, Alessandro Preziosi, WolfgangSchaefer, Edoardo Boncinelli, Stefano Seletti, Tess Masazza, Franco Bolelli, Lella Costa,Marisa Peer, Lea T, Matias Perdomo, Luca Lo Presti, Beatrice Vendramin, PaoloFerri, Erika Lemay e Mimi Luzon: questi i personaggi che hanno regalato suggestioni, emozioni, ed esperienze al pubblico.

“Sono molto orgogliosa del risultato ottenuto dalla prima edizione del Glamour Beauty Show. Abbiamo fortemente creduto in questo progetto che aveva come scopo principale quello di celebrare e raccontare la bellezza a 360 gradi, e il pubblico ci ha dato ragione.  Il palinsesto dei relatori si è dimostrato molto azzeccato. Eterogenei tra loro ma con un fil rouge comune di positività ed etica.  E hanno conquistato dalle ragazze giovani alle donne adulte, dai bambini agli uomini. Perché la bellezza è energia, è vita.” Cristina Lucchini, direttore di Glamour Italia.

Il Glamour Beauty Show è stato un grande evento anche online: oltre 260 mila utenti si sono collegati a Glamour.it durante le due giornate, con più un milione di pagine sfogliate. Ottimo successo anche sui social con oltre 600.000 interazioni tra Facebook, Instagram e Twitter e oltre 300.000 videoviews per 35 dirette e clip generati dai profili ufficiali di Glamour. Inoltre più di 80 tra influencer e Beauty Reporter, coordinate dalla regia di glamour.it e di CNLive, hanno documentano in tempo reale l’evento.

Partner ufficiale del Glamour Beauty Show è stata Volkswagen, che ha festeggiato il lancio della Nuovaup!, la city car dall’anima femminile. La compatta Volkswagen che offre di serie massima sicurezza, col sistema automatico di frenata di emergenza, e connessione in rete always on, grazie all’integrazione dello smartphone Composition Phone, è stata presentata in esclusiva in due postazioni fisse per tutta la durata dell’evento.

Nuova up! È stata protagonista dell’Open Weekend di sabato 22 e domenica 23 ottobre in tutte le Concessionarie Volkswagen.

Glamour Beauty Show è stato organizzato con il patrocinio del Comune di Milano.
Radio ufficiale dell’evento è stata Radio Monte Carlo.

 

Torna a Roma la Vanity Fair STAR-AM: la seconda edizione del torneo di Golf organizzato da Vanity Fair in occasione della Festa del Cinema di Roma

Read more

Si è svolta il 19 ottobre 2016, in occasione della Festa del Cinema di Roma presso il Marco Simone Golf & Country Club, progetto ambizioso creato dalla stilista imprenditrice Laura Biagiotti  e sede della Ryder Cup 2022, la seconda edizione della gara di golf Vanity Fair Star-Am, denominata così proprio per la presenza delle star.

Al torneo, organizzato dal settimanale Condé Nast diretto da Luca Dini, e da Lavinia Biagiotti in collaborazione con il Gruppo Mario Mele & Partners, hanno preso parte personaggi dello sport, dell'entertainment e imprenditori italiani che, suddivisi in undici squadre, capitanati da altrettante celebs, si sono sfidati sul campo. Il green romano ha visto infatti protagonisti Laura Adriani, Beatrice Arnera,  Fortunato  Cerlino, Valentina Corti, Diane Fleri,  Andrea Lo Cicero, Silvia Mazzieri, Giorgio Pasotti, Benedetta Porcaroli, Anna Safroncik, Alessandro Tersigni.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stata la squadra capitanata da Andrea Lo Cicero e composta da Veronica  Brooke, Laura Gerritsen, Carlotta e Francesca Scuccimarra.

Main partner del torneo Audemars Piguet, storico marchio di alta orologeria svizzera. La sua Boutique romana di Piazza San Lorenzo in Lucina ha messo  in palio, in caso di hole in one, l’iconico e prestigioso Royal Oak, oltre a premi esclusivi per i vincitori.

Protagonisti della giornata sono stati anche Veuve Clicquot, la Maison de Champagne più audace e innovativa, da oltre 240 anni fedele al motto "Una sola qualità, la migliore", che ha intrattenuto  gli ospiti con Veuve Clicquot Yellow Label, l’“Etichetta Gialla” simbolo della Maison; Nero Hotels, collezione di eccellenze dell’ospitalità italiana, che ha premiato Andrea Lo Cicero con un soggiorno esclusivo.

 

Al via a Palazzo Morando gli eventi di Vogue Italia per la settimana della moda

Read more

Palazzo Morando, ancora una volta, si è trasformato nella vetrina dello scouting internazionale in occasione della settimana della moda milanese: inaugurato il 21 settembre 2016 con un cocktail su invito “Who is on Next? e Vogue Talents”, appuntamento irrinunciabile della fashion week aperto al pubblico dal 22 al 24 settembre dalle 10 alle 19. Grazie all’impegno di Vogue Italia, infatti, sono andati in scena i designer protagonisti di “Vogue Talents e Who is on Next?”, progetto ideato e organizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia per la ricerca di nuovi talenti supportato da ITA - Italian Trade Agency. La speciale serata è stata resa possibile anche dal supporto di Camera Nazionale della Moda Italiana e Comune di Milano e promosso grazie a Audi, Barbie, Huawei, illy e Swarovski; vi sono stati, poi, i progetti speciali di Alcantara® e Nastro Azzurro.

Il palazzo settecentesco in via Sant’Andrea 6, nel cuore del quadrilatero milanese, ha ospitato nel corso della settimana della moda numerosi eventi per tutti gli appassionati di moda. Il programma infatti ha previsto l'esposizione aperta al pubblico dei migliori talenti creativi dal 22 al 24 settembre, accanto ai “Talk” tenuti da alcune figure di spicco del mondo della moda.

 Tra i designer internazionali emergenti selezionati da Vogue Talents, hanno esposto le loro creazioni di abbigliamento Luca Lin e Galib Gassanoff, di Reggio Emilia il primo, georgiano il secondo, designer di Act n°1; Clara Giaquinto, designer padovana di Cora; la polacca Magdalena Brozda e la francese Pauline Famy che hanno basato il loro brand Worn a Ginevra; la britannica Katie Roberts-Wood con il suo brand Roberts|Wood. Le scarpe Brother Vellies, disegnate da Aurora James, i gioielli di Anita Quansah London, by Anita Horsfall, le borse di Nathalie Trad, selezionate nel corso di “Who Is On Next?” Dubai a ottobre scorso. Infine, c’è stato spazio per gli abiti di Chador, by Nora Aldamer, vincitrice di Saudi Talents Scouting accanto alle abaya di Haal Inc. firmate da Mariam Bin Mahfouz vincitrice di una menzione speciale in occasione dello stesso evento a Jeddah di aprile scorso.

In mostra nelle sale di Palazzo Morando, poi, le creazioni dei finalisti di “Who is on Next?”: collezioni abbigliamento del vincitore Nicola Brognano con il brand Brognano, di Narguess Hatami, Edithmarcel, Melampo Milan, Parden’s. 

In mostra le borse di Pugnetti Parma, accanto alle scarpe di Akhal Tekè, Azzurra Gronchi, Ioanna Solea e Lodovico Zordanazzo, Damico Milano, Schield; le creazioni dei brand scelti da yoox.com (Brognano, Parden’s  Pugnetti Parma); e, infine, la “sfilata” del progetto “Barbie Fashion Icons”.

Anche quest’anno Audi è stata al fianco di Vogue Italia, Al centro della scena è stata lei: Audi Q2 #untaggable, l’auto dallo spirito crossover.

 Presenti Huawei, Mobile Partner dell’evento, illy, caffè ufficiale della Vogue Fashion’s Night Out e Swarovski.

 

Vogue Fashion's Night Out 2016

Read more

Record di presenze per l’ottava edizione milanese della Vogue Fashion’s Night Out che anche quest’anno ha contato oltre 180.000 persone nei centinaia di negozi e nelle più rappresentative boutique cittadine nelle zone del centro, intorno al quadrilatero della moda, da via Montenapoleone a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all'intero quartiere di Brera e Corso Como, Piazza Gae Aulenti e il quartiere di Porta Nuova. Quest'anno il ricavato sarà devoluto a favore del terremoto avvenuto nel Centro Italia la notte dello scorso 24 agosto.

 

Molte le iniziative dei partner coinvolti. In particolare i modelli Audi più di tendenza sono stati esposti in via Monte Napoleone, nel cuore del Quadrilatero. Al centro della scena il must del momento: la nuova Audi Q2 #untaggable. Le iniziative s’inseriscono nella più ampia collaborazione che da anni lega Audi e Vogue Italia con l’obiettivo di individuare e raccontare personalità uniche nel loro genere e ricche di sfaccettature.

MARTINI, tra i brand più iconici del mondo, per il secondo anno consecutivo si è confermato cocktail ufficiale della Vogue Fashion’s Night Out e per l’occasione ha promosso un progetto volto a celebrare la Terrazza MARTINI e i giovani talenti della fotografia. MARTINI ha dato l’opportunità a quattro fotografi italiani del canale PhotoVogue - Turkina Faso, Lydia Gorges, AniaKezha, Alice Schillaci - di interpretare l’icona MARTINI in due modalità diverse: da un lato i drink dell’estate 2016, MARTINI Tonic Bianco e MARTINI Tonic Rosso e dall’altra la bottiglia stessa di MARTINI, sempre nelle versioni Bianco e Rosso, nel suo nuovissimo pack. Gli scatti, realizzati presso la storica Terrazza MARTINI di piazza Diaz, sono stati  selezionati dalla redazione di Vogue Italia e sono i protagonisti della mostra fotografica visibile a Palazzo Morando durante la Vogue Fashion’s Night Out.

 

Huawei è stato mobile partner della Vogue Fashion Night’s Out di quest’anno, rendendo super tecnologica questa grande festa della moda e dello shopping. Huawei è stato inoltre sponsor della mostra a cielo aperto ThroughmyEyes realizzata da Vogue Italia con Fashion Film Festival Milano dedicata ai giovani registi emergenti. Due Voguistas, ragazze scelte da Vogue Italia per rappresentare al meglio i momenti più divertenti della serata, hanno sfruttato la straordinaria dual camera di Huawei P9 progettata in collaborazione con Leica, per immortalare i momenti più divertenti della serata. Le foto migliori del reportage verranno selezionate dalla redazione di Vogue Italia, per poi essere pubblicate online.

 

E ancora Zalando, la piattaforma online leader in ambito moda, ha creato per l’evento un temporary store interattivo rendendo protagonisti i trend autunno/inverno, che troveranno la loro massima espressione negli iconici prodotti presentati in esclusiva per l’occasione. Dopo campagne di successo come FASHION X SPORT con Anna Ewerse TOMMY X GIGI con Gigi Hadid, Zalando sceglie la Vogue Fashion’s Night Out per celebrare la moda con attività speciali dedicate ai consumatori che potranno così sperimentare direttamente lo spirito fashion oriented del colosso dell’e-commerce.

Altri partner  dell'edizione 2016 sono stati illy, HUGO BOSS Parfums e QVC.

 

illy, l’azienda triestina fondata nel 1933 e divenuta punto di riferimento dell’eccellenza e della cultura del caffè, ha confermato la sua presenza alla manifestazione in qualità di partner e caffè ufficiale. Vogue.it ha lanciato lo scouting “Dress for Coffee”, rivolto a designer, artisti e creativi under 40, chiamati ad ideare “nuove vesti” per gli iconici barattoli di caffè illy da 250 gr. I designer selezionati esporranno per tutta la durata della Settimana della Moda il proprio lavoro a Palazzo Morando. Inoltre, durante la serata della Vogue Fashion’s Night Out l’illy Caffè in Piazza Gae Aulenti ha ospitato “Fashion Talks”, un momento di incontro aperto al pubblico in cui due designer, Salvatore Piccione (Piccione.Piccione) e Rosalba Filosa appartenenti al network di Vogue Talents, si sono messi a disposizione del pubblico la loro esperienza. 

 

HUGO BOSS Parfums, event supporter, ha offerto la possibilità a tutti i partecipanti all’evento di immergersi in un’esclusiva esperienza olfattiva, alla scoperta della nuova indimenticabile fragranza femminile firmata BOSS, The Scent for Her.  Per l’occasione, HUGO BOSS Parfums ha allestito uno speciale corner in via Passarella, all’angolo con Corso Vittorio Emanuele, in cui il pubblico ha preso parte  ad un percorso olfattivo unico, che rispecchiava perfettamente tutte le tappe della seduzione, dalla fase dell’attrazione a quella della dipendenza. La nuova fragranza è in vendita, in avant-première, presso le profumerie Sephora.


Anche QVC, la piattaforma multimediale che unisce tv, digital e mobile per un’esperienza di shopping integrata, ha rinnovato la partnership con Vogue Italia. QVC ha debuttato a Palazzo Morando con QVC Next / The Fashion Edition, un programma creato da QVC in collaborazione con Vogue Talents con l’obiettivo di sostenere i giovani talenti del made in Italy offrendo l’opportunità concreta di avere un canale distributivo multimediale attraverso cui promuovere e vendere le collezioni. I primi due  fashion brand emergenti sono Alcoolique e Quattromani. Filippa Lagerback è stata la madrina d’eccezione della serata.

Partner di iniziative speciali sono: Nastro Azzurro e Discoradio.

 

Nastro Azzurro, la birra premium italiana più bevuta al mondo, da sempre espressione del talento italiano oltre confine, è stata protagonista anche quest’anno della Vogue Fashion’s Night Out: al WP Store, dalle ore 19 a mezzanotte, sono state proposte leInfusions, la collezione di cocktails speciali a base di Nastro Azzurro realizzati dal nuovo talento italiano della mixology, Giorgio Chiarello; durante la serata, The Sound Brewery Project la performance degli AWHYL, che hanno studiato come fare musica elettronica ricavando il suono dagli ingredienti della birra, dimostrando come dalle giuste connessioni tra talenti si possano creare prodotti all’insegna dell’innovazione e della qualità.

Discoradio è stata anche quest’anno radio ufficiale dell'evento per l'edizione 2016 con un DJset in Piazza del Carmine, nel cuore di Brera

 

Freak Out GQ Music & Style 2016

Read more

Si è tenuta il 18 settembre al Teatro Continuo di Burri del Parco Sempione di Milano Freak Out GQ Music & Style, una giornata all’insegna della musica live e dello stile, realizzata in collaborazione con Fiat. L’evento gratuito firmato GQ, con il patrocinio del Comune di Milano - Assessorato della Moda, ha dato il benvenuto alla Fashion Week milanese su un esclusivo palcoscenico urbano, mantenendo la promessa di aggregazione tra musica e moda.

 

Freak Out GQ Music & Style è iniziato alle 19 con la coinvolgente parata della marching band dei Funk Off  che, condotta da una Fiat Spider 124 con alla guida Giovanni Caccamo, dall’iQos Embassy di Foro Bonaparte ha raggiunto festosamente il Teatro Continuo di Burri nel Parco Sempione, creando momenti di vero spettacolo nelle strade della città. Grazie alla direzione artistica di Saturnino, la serata ha preso il via con la musica live sul palco del Burri, dove si sono avvicendati Manu, Piero Salvatori, Giovanni Caccamo, Diego Mancino e Dardust, davanti a un pubblico particolarmente entusiasta e numeroso. A creare una pausa tra le performance musicali un talk ironico e irriverente ha salutato il tramonto con grandi nomi della moda, del design e dello spettacolo che hanno partecipato all’Open Mic in cui si è parlato di musica e moda: sul palco Fabio Novembre, Alessandro Sartori, Alessandra Facchinetti, Carlo Massarini, Andrea Rosso, Claudio Antonioli - con la moderazione di Lucilla Agosti di R101 e di Emanuele Farneti, direttore di GQ Italia - sono stati accompagnati dalle incursioni musicali di Saturnino, che insieme alla band creata per l’occasione con Federico Poggipollini, storico chitarrista di Ligabue e Sergio Carnevale, batterista dei Bluvertigo, ha aggiunto momenti di intrattenimento al salotto del GQ Music & Style.

 

Alle 10 i riflettori si sono accesi sulle due star della serata: la cantautrice LP, protagonista dell’estate con “Lost on you” ha emozionato tutti con la sua voce graffiante regalando al pubblico momenti di grande intensità. A seguire Jain, la rivelazione del 2016, ha trascinato i suoi fan italiani che hanno rivelato di conoscere non solo “Come” - la sua super hit, il cui video ha collezionato oltre 35 milioni di visualizzazioni - ma anche molte altre canzoni del suo nuovo album, “Zanaka”. Jain, con il suo mix di pop ed elettronica venato di swing e con la sua solarità contagiosa, ha incantato gli oltre diecimila spettatori del GQ Music & Style. E il travolgente dj set dei 2 Many DJs - che ha trasformato il Parco Sempione in un gigantesco dancefloor - ha fatto ballare tutti, concludendo una giornata ricca di emozioni.

 

Freak Out GQ Music & Style si è dimostrato un evento all’altezza dei grandi festival internazionali che ogni anno si tengono nei parchi grazie anche alla collaborazione di partner d’eccezione che hanno partecipato attivamente a diversi momenti della giornata, a partire dal main sponsor della manifestazione Fiat 124 Spider, che ha fatto da apripista alla marching band dei Funk Off con un modello allestimento Lusso di colore bianco tristrato. Tributo all'iconica vettura che venne lanciata 50 anni fa, la nuova 124 Spider assicura un'autentica esperienza roadster - ricca di emozione, tecnologia e sicurezza - unita a uno stile tutto italiano;  il mobile partner Huawei P9, che ha contribuito ad amplificare il buzz della serata e a viralizzarne i contenuti, invitando tutti a partecipare all’evento che ha unito musica live e stile in un’unica serata; Lavazza, che ha servitole sue pregiate miscele (comprese le due nuove Single Origin, Cereja Passita e Selva Alta, 100% provenienti da agricoltura sostenibile) grazie a Jolie, la nuova macchina per caffè espresso del sistema A Modo Mio; e Aperol Spritz, che con il suo aperitivo più diffuso e comunemente bevuto in Italia - caratterizzato dall’inconfondibile gusto dolce-amaro e dalla leggerezza alcolica - ha confermato il suo ruolo di icona del divertimento e dello stare in compagnia; e uno speciale ringraziamento va alla scuola della Cucina Italiana che ha curato il catering e in occasione di GQ Music & Style ha lanciato le novità dei corsi che si terranno nella nuova sede di Piazza Cadorna.

 

Radio ufficiale di Freak Out GQ Music & Style è stata R101, che sulle sue frequenze ha dato ampio risalto all’evento: i suoi dj sono stati protagonisti del dj set che ha aperto la serata e Lucilla Agosti, voce del pomeriggio di R101, ha moderato l’Open Mic su musica e stile. La produzione è stata curata in collaborazione con Piano B.

 

WIRED NEXT FEST - Firenze 2016

Read more

Si è conclusa il 18 settembre la prima edizione del Wired Next Fest di Firenze, il Festival dedicato all’innovazione organizzato da Wired Italia, tenutosi nella splendida cornice di Palazzo Vecchio. La città si è così trasformata, per due giorni, nella capitale italiana dell’innovazione. Tema portante è stato quello della Bellezza, non solo artistica ed estetica, ma come elemento culturale e come motore del cambiamento. Due giorni dedicati alla scienza, alla tecnologia, al business, al web, alla voglia di cambiamento e all’eccellenza come motori per lo sviluppo economico, culturale e sociale del nostro Paese, con conferenze, laboratori, performance artistiche, concerti musicali.

Una scommessa ampiamente vinta con oltre 60.000 presenze registrate. 650 mila sono state le persone che hanno seguito il Festival su Wired.it e 500 mila quelle che lo hanno visto in streaming sul sito di Wired e sulla sua pagina Facebook. Con oltre 3.000 interazioni, l'hashtag #WNF16 è stato costantemente nella classifica dei Trending Topics di Twitter Italia.

Un ottimo traguardo raggiunto anche grazie al Comune di Firenze e al suo sindaco Dario Nardella.

Ospite d’eccezione di questa edizione il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.

Tanti gli esperti e leader di settore, di rilievo nazionale e internazionale, tra cui: Dario Nardella, Paolo Nespoli, Massimo Bottura, Oliviero Toscani, Pierfrancesco Favino, Evgenij Morozov, Scott Fahlman, Paolo Barberis, Luciano Floridi, Pierluigi Pardo, Luca Parmitano, Antonio Campo Dall’Orto, Monica Cirinnà, Joe Bastianich, Jan Fabre, Gabriele Mainetti, Alice Rawsthorn, Stefano Boeri, Zerocalcare, Marco Malvaldi, Lorenzo Thione, Gabriele Mainetti, Lorenzo Richelmy, Torrick Ablack alias TOXIC, Fabio Volo, Jon Hopkins, Devrenda Banhart, Boosta, The Jackal, Andrea Delogu, Pierluigi Pardo,Fabio Volo, Stefano Boeri, Carlo Freccero, Alessandro Roja, Boosta, Zerocalcare, Ghemon, Marco Marvaldi, Playroom, Tommaso Colliva, Raffaelle Guariniello, Gabriele Mainetti, Stella Egitto, Ilenia Pastorelli, Matilda De Angelis, Emanuela Fanelli, Edoardo Gabriellini, e molti altri ancora.

Grande successo di pubblico anche per il concerto serale che ha visto come protagonista Jon Hopkins,Khompa, Joan Thiele, M+A e Playroom.

 

Vanity Fair e Blauer "Cinema Under the Skin"

Read more

Il 6 settembre, durante la 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Vanity Fair e l’azienda Veneta FGF Industry hanno celebrato insieme gli 80 anni del brand Blauer Usa.

Dal 1936 infatti il brand  è leader in America  nella fornitura di capi tecnici destinati a tutti i corpi di polizia e ad alcuni settori scelti dell’esercito, e da 15 anni è anche uno dei brand di riferimento nello sportswear internazionale, grazie alla FGF Industry che, oltre allo stile, ne segue direttamente la distribuzione e la produzione per il mercato fashion

L’evento celebrativo si è tenuto presso la Scuola Militare Navale “Francesco Morosini" location concessa eccezionalmente in virtù del legame che Blauer USA ha con le forze dell’ordine e, durante il Festival, proprio per suggellarne il legame con il mondo del cinema. Molti, infatti, sono gli attori italiani e internazionali che, negli anni, hanno scelto di indossare capi Blauer USA sia sul set sia nella vita privata. 

Presso la Scuola Militare Navale è stata allestita una mostra fotografica di immagini dal mondo del cinema, fotogrammi che ritraggono attori che indossano capi storici di Blauer USA, alcuni dei quali, provenienti dagli archivi del marchio  fisicamente esposti  accanto alle fotografie.  Un viaggio nella storia dei corpi di polizia, della marina, dei rangers e dei vigili del fuoco americani per raccontare le storia di un brand che, con la sua “Uncompromising Performance”, ha conquistato tutto il mondo.

Alla mostra è stata presentata in uno spazio speciale anche la "capsule collection  Blauer USA 2016 ". Giubbotti in pelle dall'effetto vintage realizzata da FGF Industry proprio per festeggiare questo importante traguardo. 

Vanity Fair, il settimanale Condé Nast leader nel panorama italiano dell’entertainment e dello spettacolo, insieme a Blauer USA, ha chiamato un ampio parterre di celebrity all’esclusivo dinner che ha celebrato il prestigioso anniversario in Laguna.

 

Vanity Fair ha celebrato lo sport con un evento speciale al Foro Italico a Roma

Read more

Si è tenuto il 21 giugno presso il Foro Italico a Roma, un esclusivo gala dinner a scopo benefico per celebrare il Collection Sport, numero speciale di Vanity Fair che celebra lo sport, le Olimpiadi, la Nazionale e i suoi protagonisti con atleti, storie e interviste.

Parte del ricavato sarà infatti devoluto a favore del progetto sociale che vede protagonisti il CONI e ActionAid e che mira a migliorare la qualità della vita dei bambini e adolescenti con un programma di attività sportive e di accesso al cibo in due delle principali favelas di Rio, Rocinha e Cidade de Deus.

Alla serata, oltre al Presidente del CONI Giovanni Malagò, hanno partecipato oltre sessanta tra atleti e tecnici che saranno ricevuti al Quirinale oggi. Tra questi i vincitori del “Premio Onesti”, la tuffatrice Tania Cagnotto, le veliste Giulia Conti e Francesca Clapcich.

Presenti anche personalità e celebrities italiane tra cui Jane Alexander, Moran Atias, Valeria Bilello, Alessandro Borghi, Giada Colucci, Matilda De Angelis, Salvatore Esposito, Gabriele Mainetti, Alessandra Mastronardi, Eliana Miglio, Aldo Montano, Michele Placido, Claudio Ranieri, Lorenzo Richelmy, Alessandro Roja, Massimiliano Rosolino, Antonio Rossi, Alessandra Sensini, Yvonne Sciò, Federica Vincenti.

La cena porta la firma di Davide Oldani, chef stellato di Casa Italia a Rio.

 

GQ ITALIA CELEBRA IL DUECENTESIMO NUMERO: #GQ200

Read more

Si è svolto il 24 maggio 2016 a Milano l’evento #GQ200 che ha celebrato la cover numero 200 del maschile Condé Nast, diretto da Emanuele Farneti.

Nella suggestiva cornice dello spazio Espace D’Hotes, accolti da Alfa Romeo 4C, i numerosi ospiti sono stati intrattenuti dal DJ set di Saturnino e di Stefano Fontana  - in arte Stylophonic -, insieme alle bollicine di FIOL prosecco. Una vera e propria Gentlemen’s House personalizzata dagli arredi di design Cappellini, in cui gli invitati hanno potuto degustare la nuova HeinekenH41° e cocktail Campari. Inoltre, Ernst Knam ha celebrato l’occasione con un dolce e inaspettato show cooking a base di cioccolato.

GQ Italia festeggia il numero 200 anche in edicola con Vincent Cassel, protagonista della copertina. In questo numero da collezione Emanuele Farneti, direttore di GQ, celebra l’importante traguardo con le frasi più belle e memorabili degli uomini che sono stati intervistati dall’ottobre 1999 – data d’uscita del primo numero, in cover Madonna e Sting – ad oggi.

 

GQ Italia è stato il primo maschile sugli stili di vita a debuttare sul mercato italiano. Da allora si è sempre caratterizzato per l’elevata qualità giornalistica e fotografica, per la sensibilità per l’attualità e la capacità di spaziare in una grande varietà di temi, dal reportage di cronaca, dall’arte alla moda.

Con la direzione di Emanuele Farneti è diventato il giornale di stili, storie e passioni dell’uomo contemporaneo. GQ crede nel potere delle storie, perché dietro a ogni uomo di stile c’è sempre qualcosa da raccontare: vite eccezionali, avventure, sport, cronaca e costume. Un giornale che si pone l’obiettivo di orientare i lettori nella scelta di beni e attività cui dedicare tempo, passione e denaro: GQ Italia seleziona i migliori trend del momento e li descrive in sezioni firmate dei principali esponenti del settore. Grazie alla visione fondata su contenuti di sostanza, qualità e appeal contemporaneo, il maschile Condé Nast intercetta quindi non solo l’esistente, ma anche il futuro prossimo.

 

GQ Italia vanta una performance particolarmente positiva registrata negli ultimi due anni. La brand audience complessiva conta oltre 2,7 milioni di contatti. Lettori e utenti altamente profilati, coinvolti attraverso una presenza a 360° del brand: dal magazine al sito desktop e mobile, dai social network fino agli eventi sul territorio. Particolarmente distintiva la performance digitale: il sito www.GQitalia.it conta 15.5 milioni di pagine viste e 1,8 milioni di accessi unici (dati Webtrekk maggio 2016). Rilevante anche la componente social con oltre 572.000 fan e follower ( Facebook, Instagram e Twitter).

 

Wired Next Fest 2016

Read more

Grande successo di pubblico con 128 mila partecipanti, superate le presenze dello scorso anno.


Milano 30 maggio 2016 – Si è conclusa ieri la quarta edizione del Wired Next Fest, il Festival dedicato all’innovazione organizzato da Wired Italia, che supera gli ottimi risultati dello scorso anno, registrando 128.000 presenze totali durante le tre giornate.


L’appuntamento che si è svolto da venerdì 27 a domenica 29 maggio ai Giardini Indro Montanelli di Milano, ha presentato nei tre giorni un ricco palinsesto grazie alla partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale. Numerosi i personaggi che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico nelle diverse location dell’evento tra cui: Julian Assange, Lawrence Lessig, Guido Quaroni, Marco Savini, Maurizio Martina, Roberto Cingolani, Umberto Veronesi, Matteo Cerri, il presidente e CEO di Mattel Richard Dickson, Slava Rubin, Eric Jarosinski, Stefano Parisi, Giuseppe Sala, Piergiorgio Odifreddi, Alexandra Elbakyan, Ferruccio de Bortoli, Milo Manara, Gabriele Salvatores, Renzo Rosso, Lapo Elkann, Luca Cordero di Montezemolo, Stefano Sollima, i Subsonica, Fabri Fibra, Marracash, Emis killa, Pif, Linus, Leo Ortolani, Chef Rubio e molti altri.


Grande successo anche per i due concerti serali che hanno richiamato oltre 80.000 persone: i Subsonica, venerdì 27 maggio, hanno inaugurato la prima serata del Festival con un grande evento per festeggiare i 20 anni di carriera, mentre sabato 28 maggio Fabri Fibra e Marracash, per la prima volta insieme, si sono esibiti in un live esclusivo appositamente preparato per il pubblico del Wired Next Fest.


Wired Next Fest è stato anche un grande evento digitale: oltre 600 mila sono stati gli utenti che hanno seguito il festival sul sito e sulla pagina Facebook di Wired Italia, con 2,5 milioni di pagine sfogliate e 500 mila video views tra sito e social, per la prima volta anche in streaming via Facebook Live. Su Twitter le interazioni legate all’hashtag ufficiale #WNF16 lo hanno reso Trending Topics di Twitter Italia.


Appuntamento ora a Firenze il 17 e 18 settembre, dove proseguirà l’esperienza del Wired Next Fest in una location d’eccezione, Palazzo Vecchio.

Il meglio della quarta edizione del Wired Next Fest:
http://www.wired.it/tv/wired-next-fest-in-minuti/
Al link seguente sono disponibili tutti i video e le immagini degli eventi:
http://www.wired.it/topic/wired-next-fest-2016/

 

Dream, Create, Connect: una nuova campagna per raccontare la strepitosa audience femminile

Read more

Dream, Create, Connect: una nuova campagna per raccontare la strepitosa audience femminile

Vogue, Vanity Fair e Glamour sono i tre brand che, insieme, raggiungono ogni mese 16 milioni di donne attraverso tutti i supporti print e digital. Un successo tale da guadagnarsi una campagna social e media.

 

Il nuovo GQ diretto da Emanuele Farneti

Read more

 

 

 

 

Vogue Italia e Place Vendôme Qatar presentano "An Issue by Mario Testino"

Read more

Si è svolto il 27 febbraio 2016 sera l’evento “An Issue By Mario Testino”, ospitato da Vogue Italia in collaborazione con Place Vendôme Qatar, per celebrare il numero di febbraio di Vogue Italia firmato interamente da Mario Testino.
 
Un’installazione in omaggio al fotografo e l’esibizione dei The Misshapes hanno accolto gli ospiti all’esclusivo cocktail dînatoire che ha arricchito il carnet di eventi della fashion week milanese. Numerose le personalità del mondo della moda, le celebrities e le istituzioni intervenute. Fra queste, la cantante e compositrice britannica Rita Ora, la quale ha dato vita a un momento particolarmente emozionante regalando una performance a sorpresa in onore di Mario Testino e del February Issue di Vogue Italia.
 
Laugh. Play. Fun. Sono le tre parole chiave di Vogue Italia di febbraio. Un numero unico e speciale, concepito come un libro e firmato interamente da Mario Testino. Dagli Anni ‘80 una delle personalità più importanti della moda, è lui, il fotografo vitale e positivo per antonomasia, che cattura e dispiega ogni sfumatura della felicità, pagina dopo pagina. Con una visione precisa: nella moda, nella vita, nell'amore.
 
«Spesso dimentichiamo l’innocenza dei bambini, la loro capacità di ridere di tutto, di essere leggeri. Quando un bambino ride, non riesco a smettere di guardarlo. Ed è una sensazione che arriva a tutti, ne sono convinto», spiega Testino parlando della sua ispirazione.
 
«Sono sempre stata una fautrice del positive thinking, penso che avere un atteggiamento positivo nei confronti del quotidiano sia un'arte. Per affrontare la vita di tutti i giorni ci vuole un senso di leggerezza. Ci vuole intelligenza, equilibrio e anche autoironia. Questo porta effetti benefici in tutto e a tutti. E in questo numero abbiamo voluto esprimerlo ancora una volta attraverso le immagini che riflettono la felicità in ogni sfumatura », così Franca Sozzani direttore di Vogue Italia.

 

Il nuovo Vogue.it

Read more

Debutta oggi, 22 febbraio 2016, il nuovo sito di Vogue Italia. Nato nel 2010, Vogue.it , che conta oggi 2.8 milioni di utenti e 46 milioni di pagine viste e, su Facebook supera i 2 milioni di fan, si rinnova completamente. Il segno distintivo, che vuole diventare un nuovo standard di interazione è il frame, una cornice rossa che mette in evidenza il contenuto del sito e ne facilita la lettura. Da sempre, infatti, Vogue Italia ha una propria inquadratura sul mondo, anticipando la moda e interpretandola come un media, diffondendo la filosofia della bellezza e della comunicazione per immagini.


“Ho sempre sostenuto l’importanza dell’immagine, perché è un linguaggio universale, una forma democratica di comunicazione, che non necessita traduzione. Prima di ogni spiegazione, e quindi di ogni parola, nulla è più convincente dell'immagine. L'immagine ti colpisce immediatamente, trasmettendoti sensazioni e sentimenti. L'immagine è stata la chiave di volta per parlare al mondo e Vogue Italia è diventato il giornale per eccellenza dell'immagine, va da sé quindi che anche il sito segua questo principio, oggi ancora più di prima – attraverso il frame, l’inquadratura delle immagini, e attraverso il maggiore spazio dedicato alla fotografia”, così Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia.

 

Vanity Fair per Fiat: Welcome back 1957!

Read more

Per una sera,Fiat e Vanity Fair hanno invitato gli ospiti a fare un tuffo negli anni cinquanta. Complice, e insieme protagonista del party, la Fiat 500 Vintage ’57 color carta da zucchero posizionata all’ingresso di Condé Nast House, location che ha ospitato l’evento Welcome back 1957 per celebrare il lancio dell’iconica auto.
 
 La serie speciale Fiat 500 Vintage '57, che ha debuttato al Salone di Ginevra, vuole infatti celebrare col suo stile giocoso il look e le forme della Nuova 500, celebre modello di casa Fiat nato appunto nel 1957.
 
 La serata si è svolta tra gli spazi di palazzo Condé Nast, allestiti per l’occasione con arredi, musiche, fotografie capaci di ricreare in modo suggestivo l’atmosfera dell’epoca. Tra pin up e camerieri in divisa, non sono mancati balli a tema con Twist And Shout e un vero e proprio set fotografico allestito grazie a un divanetto ricreato col muso di una Fiat 500.

 

Vanity Fair per Ferrero: The Amazing Show e The Secret Show

Read more

“The Amazing Show”, la cena con magia che si è svolta la sera del 18 novembre 2015 al temporary restaurant Priceless di Milano. Mon Chéri ha portato il suo messaggio: «lasciati stupire», DMC invece i suoi numeri di illusionismo che hanno lasciato a bocca aperta il premier britannico David Cameron, Emma Watson, Andy Murray e la Regina Elisabetta. Tra gli ospiti speciali che hanno applaudito DMC c’erano Eliana Miglio, Gabriella Pession, Euridice Axen e Giorgia Wurth, mescolate ai lettori che avevano partecipato al concorso di Vanity Fair.

 

Questo appuntamento fa seguito all’evento “The Secret Show”, un evento esperienziale tenutosi a Palazzo Serbelloni nel novembre 2014.
Un viaggio all’interno del mondo dei sapori che si incontrano gustando un Mon Chéri: cioccolato, liquore e ciliegia. Gli ospiti sono stati accolti in tre sale diverse e consecutive del palazzo, ognuna con una sua personalità, corrispondente a uno dei tre ingredienti del prodotto.
 Ogni sala ha affascinato i partecipanti con uno stile diverso per scenografia, colori e performance, per uno show continuativo che ha stupito ad ogni passo.
 In particolare, gli ospiti sono stati ammaliati dalle esibizioni di Erika Lemay, artista del Cirque du Soleil - che si è cimentata in una danza di evoluzioni in equilibrio su sottilissime aste - e di Laura von Bongard –con il suo record del mondo nella giocoleria antipodista grazie all’utilizzo di sei sfere per le magiche acrobazie.
 Tra gli ospiti, Lavinia Biancalani, Chiara Francini, Mariela Garriga e Marianna Rodriguez. Alla serata esclusiva hanno partecipato anche 25 fortunati lettori di Vanity Fair, i vincitori di 25 pass, validi per due persone. Inoltre, erano stati messi in palio 50 abbonamenti a Vanity Fair, 100 scatole in limited edition di Mon Chéri e, ad estrazione tra tutti i partecipanti, è stato assegnato un altro premio esclusivo, un viaggio per due nelle location originarie dei sapori di Mon Chéri: Ecuador e Isole Galapagos.

 

 

Condé Nast Collection 2016

Read more

Si è svolta il 2 febbraio presso il Teatro Nazionale di Milano “Condé Nast Collection 2016”, la convention di presentazione del palinsesto 2016 di Condé Nast Italia.

 

Il Direttore Generale Fedele Usai ha descritto i nuovi progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi alla presenza di oltre 1200 clienti.

La presentazione si è sviluppata attraverso il fil rouge della qualità, evidenziando la missione di tutti i brand del gruppo.

 

“Quality is our business plan” è così il nuovo pay off di Condé Nast Italia.

 

Alla serata sono intervenuti due ospiti musicali: il vincitore di X Factor 2015 Giosada e Giuseppe Fiorello che ha portato alcune pillole dello spettacolo “Penso che un sogno così”, in tour nei teatri per il secondo anno consecutivo.

 
Condé Nast Collection 2016

GQ Best Dressed Men 2016

Read more

 

Si è svolto il 15 gennaio 2016 l’evento "GQ Best Dressed Men 2016", l’esclusivo appuntamento dedicato all’eleganza maschile giunto alla seconda edizione, organizzato da GQ Italia e realizzato in partnership con Fiat.

 

Nella suggestiva cornice di Carlo e Camilla in Segheria, di proprietà dello chef Carlo Cracco, GQ Italia - brand Condé Nast leader nel panorama dei maschili – ha celebrato l’eleganza maschile italiana. L’appuntamento ha anche inaugurato la nuova direzione del giornale, affidata a Emanuele Farneti, aprendo la settimana della Moda Uomo con la partecipazione dei principali esponenti del mondo della moda maschile italiana e internazionale.

 

Per l’occasione GQ ha compilato una lista dei quaranta uomini più eleganti d’Italia, che verranno celebrati sul numero di febbraio del magazine: «Si tratta di persone di diverso stile, età e mestiere, ben rappresentativi dell’eleganza secondo GQ, che non riguarda solo l’abbigliamento ma più in generale una certa idea della vita. Perché, come si sa, la moda si compra, lo stile no», spiega Emanuele Farneti, direttore di GQ Italia

 

Le immagini della serata sono disponibili su: http://www.gqitalia.it/lifestyle/eventi/2016/01/16/gq-best-dressed-men-2016-una-notte-per-celebrare-gli-uomini-piu-eleganti-ditalia/

 

Merry Christmas and a Happy New Year

Read more

Yes, we have a secret formula...
Merry Christmas and a Happy New Year from Condé Nast Italia

 

"Un'Altra Storia", il primo corto di Vanity Fair

Read more

Il cinema incontra la letteratura a teatro. È successo a Milano il 3 dicembre 2015 quando è andato in scena per la prima volta Un’altra storia, il cortometraggio nato da tre racconti di tre firme storiche di Vanity Fair (Chiara Gamberale, Massimo Gramellini e Gabriele Romagnoli) che fotografano momenti diversi della vita di una donna. Attraverso tre cene: incontra il padre, il compagno, il figlio.

Il progetto nasce dall’incontro tra Vanity Fair e Tendercapital, la società di asset management da sempre mecenate dell’arte che, per la prima volta, si fa promotrice in ambito cinematografico.

Alla première il direttore Luca Dini e Moreno Zani, chairman di Tendercapital, sono stati raggiunti dal regista Dario Piana e da tutto il cast, tra cui Valeria Golino e Valeria Solarino, e da molte altre celebrity.

La voce della Golino è il fil rouge che lega i tre momenti del corto. Da non perdere (e da vedere già su tendercapital.co.uk/it).

 

Vanity Fair omaggia Ellen Page

Read more

Vanity Fair celebra alla Festa del Cinema di Roma 2015 l’impegno dell’attrice a favore dei diritti delle coppie gay. Alla cena in suo onore partecipa anche il ministro Maria Elena Boschi presso il Casino dell'Aurora di Villa Pallavicini.

Ellen Page ha presentato il 29 ottobre a Roma "Freeheld - Amore, giustizia, uguaglianza", il film diretto da Peter Sollett, con Julianne Moore come coprotagonista, che racconta la storia vera di due donne che si sono battute per la parità dei diritti delle coppie gay nel New Jersey.

Poco dopo, all'esclusiva cena di Vanity Fair in suo onore nell’incanto di Villa Pallavicini, l’attrice che si è sempre spesa contro ogni forma di discriminazione ed è anche produttrice del film, con cui ha voluto lanciare un messaggio di tolleranza e rispetto, ha incontrato il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi che segue il complesso cammino in Parlamento delle unioni civili.

 

Have a Glamorous Weekend

Read more

Dopo il successo delle prime due edizioni tornano gli Have a Glamorous Weekend, l’atteso appuntamento con lo shopping firmato Glamour, il mensile femminile di Condé Nast diretto da Cristina Lucchini. Con il Patrocinio dei Comuni e di alcune associazioni locali, l’iniziativa prenderà il via da Palermo il 7 novembre per poi approdare a Bari il 14 novembre e a Bologna il 21 novembre. Una vera e propria festa dello shopping che coinvolgerà i negozi del centro che, per l'occasione, saranno animati con performance live, exhibition e installazioni fino alle ore 22.

 

Glamour Awards 2015

Read more

La seconda edizione dei Glamour Awards elegge le donne icona più Glamour del 2015. Tra le bellissime trend setter di cui il più diffuso mensile di moda italiano si è occupato nel corso dell’anno, 4 sono le vincitrici.
Quest'anno, per la prima volta, è stata riconosciuta una nuova categoria, Committed, dedicata alle donne che mettono in campo la loro influenza e il loro fascino per aiutare i meno fortunati. Ad aggiudicarsi il premio Committed, Kasia Smutniak, impegnata con la sua Pietro Taricone onlus in Nepal. La costruzione di una scuola a Ghami, vicino a Kathmandu, realizza un sogno, condiviso con Pietro Taricone, per dare un aiuto concreto al Paese.

Le altre categorie premiate: Fashion, Cinema e Web Influencer. Rispettivamente riconosciute  a Mariacarla Boscono - musa, icona, diva e regina delle passerelle dal '97, è la top model italiana che ha conquistato il fashion system –a Charlotte Le Bon – a soli 29 anni, l’attrice canadese che ha conquistato Steven Spielberg, è la nuova diva francese di adozione, sospesa tra dolcezza e malizia, spontaneità e sofisticatezza – e a Eleonora Carisi - torinese, classe 1984, appassionata di moda è seguitissima dai fotografi di street style. La votazione on line l’ha incoronata regina di questa categoria.
A decretare le vincitrici, una giuria presieduta dal direttore di Glamour, Cristina Lucchini, e composta da Nathalie Colin, Creative Director & Executive Vice President Communication di Swarovski, dalla top model Nadège e dall’eclettica e super glamorous Candela Novembre.

 

Being The Protagonist: L'Uomo Vogue celebra il mondo del cinema a Venezia

Read more

Si è tenuto il 5 settembre 2015 nella Chiesa di San Clemente dell’Hotel St. Regis Palace, sull’isola di San Clemente, l’evento esclusivo “Being The Protagonist – The Magic Of Cinema From The Best Covers Of L’Uomo Vogue” organizzato da L’Uomo Vogue, il magazine di Condé  Nast riferimento internazionale dello stile e del lifestyle al maschile.
Nella suggestiva location, dove è stata allestita una mostra che ha ripercorso gli ultimi otto anni del grande schermo mondiale attraverso le più belle copertine de L’Uomo Vogue, il Direttore Franca Sozzani ha ospitato diverse personalità del jet set italiano ed internazionale tra cui Tilda Swinton, Elisa Sednaoui, Luca Guadagnino, Alba Rohrwacher,  Isabella Ferrari, Alessandro Roja.
Dagli americani Tim Burton, Robert De Niro, Willem Defoe, Colin Firth, Morgan Freeman, Sean Penn, Mickey Rourke, Tilda Swinton, agli italiani Stefano Accorsi, Elio Germano, Luca Guadagnino, Riccardo Scamarcio e Paolo Sorrentino: questi solo alcuni dei volti presenti nella prestigiosa mostra composta da 44 copertine. Non solo attori ma vere e proprie icone, immortalate dall’obbiettivo di tredici grandi fotografi del calibro di Mark Abrahams, Francesco Carrozzini, Michel Comte, Caitlin Cronenberg, Jack English, Pierpaolo Ferrari, Shayne Laverdière, Peter Lindbergh, Tom Munro, Sinisha Nisevic, Paolo Roversi, Mark Seliger e Bruce Weber.
L’evento è stato organizzato in collaborazione con Jacob Cohën,  il brand del Luxury Denim conosciuto in tutto il mondo per le proprie creazioni di “jeans couture” e da sempre vicino al mondo dell’arte e della cultura.

 

GQ Freak Out

Read more

Si è tenuta sabato 4 luglio a Milano la prima edizione di GQ Freak Out, una grande festa gratuita aperta a tutta la città firmata GQ Italia, il magazine maschile di Condé Nast, e realizzata in collaborazione con Fiat 500. L’evento, inserito nel calendario di Expo in Città, è organizzato con il patrocinio del Comune di Milano e la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute e dell’Assessorato alla Cultura.

 

Un giorno di sostenibile follia, questo l’obiettivo del Festival che dalla mattina a notte fonda proporrà eventi non stop tra i prati del parco Sempione e la piazza monumentale dell’Arco della Pace. Dalle 10 del mattino a mezzanotte il parco, uno dei polmoni verdi di Milano, si animerà di incontri con grandi scrittori, “visionari”, sportivi e tanta musica. Un’esortazione alla leggerezza e alla spensieratezza, un grande evento aperto a tutti, una manifestazione all’insegna dei concetti di divertimento, positività, follia gioiosa, valorizzazione delle diversità, sostenibilità.

 

Durante la giornata si sono alternati: Aldo Busi, Stefano Bartezzaghi, Italo Rota, Luigi Zoja, Giorgio Terruzzi, A.S. Rugby Milano, La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Giuliano Palma, Fatima Al Qadiri, Azealia Banks, Karima 2G,Levante, Kataklò Athletic Dance Theatre,Bruce Airhead e in serata il grande finale con Azealia Banks e Crookers che si sono esibiti davanti ad un pubblico di più di 15.000 persone.

 

“GQ Freak Out è una festa nel verde dentro il cuore della città di Milano. Una festa musicale, anzitutto, con eccellenti ospiti italiani e internazionali dal vivo e una forte attenzione alla multiculturalità. Un momento di riflessione leggera- attraverso i talk- sulla città intelligente, le sue complessità, le sue diversità, la sua gioia, che Freak Out celebra presentandosi come evento totalmente gratuito e aperto a tutti i cittadini, di ogni età, bambini e famiglie inclusi (per questo artisti di strada, busker, acrobati e performer hanno costellato la serata e la nottata). I festival dentro i grandi parchi delle metropoli sono diffusi ovunque nel mondo. Si pensi allo Sziget sull'omonima isola sul fiume di Budapest, al Lollapalooza nel Grant Park di Chicago, all'Outland Lands sotto il Golden Gate a San Francisco, al Love Box a Victoria Park a Londra. Ma solo Freak Out non richiede il pagamento di un biglietto d'ingresso. Da qui la sua promessa di divertimento e follia condivisa in pubblico, la sua importanza culturale e sociale”,  spiega Carlo Antonelli, direttore di GQ Italia.

 

 

Wired Next Fest 2015

Read more

Grande successo di pubblico per la terza edizione del Wired Next Fest, con un record di pubblico di 108.500 presenze totali durante le tre giornate.

 

Numerosi i personaggi che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico nelle diverse location dell’evento: da Roberto Saviano a Edward Snowden, da Shirin Ebadi a Gianni Morandi, e ancora dai Subsonica a Max Pezzali, da Gino Strada a Marracash, da Zerocalcare a Frank Matano, il Trio Medusa e Francesco Mandelli, Matteo Marzotto e Morozov e tanti altri.

 

Grande successo anche per i tre concerti serali: il Fest è stato inaugurato giovedì sera con lo show esclusivo di Sir Bob Cornelius Rifo djset (The Bloody Beetroots) Vs Salmo a cui sono accorsi in oltre 15 mila; venerdì sera, il concerto dei Saint Motel ha visto il parco dei giardini Indro Montanelli popolarsi di 20 mila spettatori; mentre il ritorno dal vivo in Italia di Neneh Cherry, sabato sera, ha richiamato 15 mila persone sotto al palco del Wired Next Fest.

 

 

Il successo del Wired Next Fest ha avuto grande impatto anche digitale: nei tre giorni, sono stati 200 mila gli utenti unici su Wired.it - con 800mila pagine sfogliate al giorno – nella sezione dedicata all'evento. In 30 mila hanno seguito il Fest anche in streaming e tramite i clip on demand. Su Twitter sono state oltre 9.200 interazioni legate all’hashtag ufficiale #wnf15, 3.000 legate a #wirednextfest e #wnf, e oltre 3.500 sono state le immagini e video caricati su Instagram.

 

 

GQ Best Dressed Men 2015

Read more

Si è svolta il 18 gennaio 2015 l’esclusiva cena organizzata da GQ Italia per celebrare i 30 Best Dressed Men nella suggestiva e singolare cornice di Carlo e Camilla in Segheria.

 

Il numero di gennaio di GQ Italia celebra i trenta uomini più eleganti d’Italia, una selezione basata sull’attitude, individualità e valori interiori: un Gentlemen Club tra personaggi del mondo della cultura, dello sport, appartenenti ad antiche casate, dandy-artisti, dello spettacolo, d’azienda e della finanza.

 

Tra gli altri hanno partecipato Carlo Borromeo, Saverio Costanzo, Alessandro Cattelan, Luca Dini, Costantino della Gherardesca, Ginevra Elkann, Barnaba Fornasetti, Fabrizio Gifuni, Luca Guadagnino, Suzy Menkes,  Margherita Missoni, Luigi Ontani, Lorenzo Richelmy, Alba Rohrwacher, Luca Ronconi, Italo Rota, Claudio Santamaria, Giovanni Soldini, Franca Sozzani, Tilda Swinton, Victoria Cabello, Nico Vascellari.

 

Glamour Awards 2014

Read more

Milano ha premiato le 5 donne più Glamour del 2014. Le vincitrici della prima edizione italiana dei Glamour Awards, selezionate dal mensile Condé Nast, sono state Diane Kruger, per la categoria Cinema, Poppy Delevingne (Fashion), Leigh Lezark (Music), Linda Tol (Bloggers) e Candela Novembre (First Row).

 

50 anni di Vogue Italia

Read more

Il 21 settembre, presso la sua prima sede storica, in Piazza Castello 27 a Milano, Vogue Italia ha festeggiato il suo 50esimo anniversario inaugurando la mostra Vogue Archive: Celebrating the 50th Anniversary of Fashion. Un grande party e anche l’occasione per lanciare un nuovo importante progetto, Vogue Archive, un archivio digitale che racchiude la storia del magazine e che sarà accessibile a tutti. Ad accogliere gli invitati, 200 ingrandimenti delle immagini che hanno reso il magazine un oggetto di culto e spettacolari proiezioni che illuminavano il cortile esterno. «50 anni di Vogue e 26 miei«, ha detto Franca Sozzani, direttore dal 1988. «Ho sempre pensato che la moda fosse qualcosa di più di una bella donna con un bell'abito. La moda è capacità di attrarre e catalizzare l'attenzione su tematiche attuali, di interesse sociale. Per questo, a volte, ho preferito rischiare di essere fraintesa e di generare controversia, ma sempre nell'ottica di impegnarmi in prima persona per le giuste cause».

 

Vogue Archive

Read more

Franca Sozzani, direttore di Vogue dal 1988, presenta l'archivio digitale di moda più importante del mondo, un prezioso contenitore che racchiude tutta la storia del magazine: servizi, fotografie, articoli, campagne pubblicitarie e molto molto altro.