Scroll to top

CONDé NAST ITALIA NEWS

GQ ITALIA CELEBRA IL DUECENTESIMO NUMERO: #GQ200

Read more

Si è svolto il 24 maggio 2016 a Milano l’evento #GQ200 che ha celebrato la cover numero 200 del maschile Condé Nast, diretto da Emanuele Farneti.

Nella suggestiva cornice dello spazio Espace D’Hotes, accolti da Alfa Romeo 4C, i numerosi ospiti sono stati intrattenuti dal DJ set di Saturnino e di Stefano Fontana  - in arte Stylophonic -, insieme alle bollicine di FIOL prosecco. Una vera e propria Gentlemen’s House personalizzata dagli arredi di design Cappellini, in cui gli invitati hanno potuto degustare la nuova HeinekenH41° e cocktail Campari. Inoltre, Ernst Knam ha celebrato l’occasione con un dolce e inaspettato show cooking a base di cioccolato.

GQ Italia festeggia il numero 200 anche in edicola con Vincent Cassel, protagonista della copertina. In questo numero da collezione Emanuele Farneti, direttore di GQ, celebra l’importante traguardo con le frasi più belle e memorabili degli uomini che sono stati intervistati dall’ottobre 1999 – data d’uscita del primo numero, in cover Madonna e Sting – ad oggi.

 

GQ Italia è stato il primo maschile sugli stili di vita a debuttare sul mercato italiano. Da allora si è sempre caratterizzato per l’elevata qualità giornalistica e fotografica, per la sensibilità per l’attualità e la capacità di spaziare in una grande varietà di temi, dal reportage di cronaca, dall’arte alla moda.

Con la direzione di Emanuele Farneti è diventato il giornale di stili, storie e passioni dell’uomo contemporaneo. GQ crede nel potere delle storie, perché dietro a ogni uomo di stile c’è sempre qualcosa da raccontare: vite eccezionali, avventure, sport, cronaca e costume. Un giornale che si pone l’obiettivo di orientare i lettori nella scelta di beni e attività cui dedicare tempo, passione e denaro: GQ Italia seleziona i migliori trend del momento e li descrive in sezioni firmate dei principali esponenti del settore. Grazie alla visione fondata su contenuti di sostanza, qualità e appeal contemporaneo, il maschile Condé Nast intercetta quindi non solo l’esistente, ma anche il futuro prossimo.

 

GQ Italia vanta una performance particolarmente positiva registrata negli ultimi due anni. La brand audience complessiva conta oltre 2,7 milioni di contatti. Lettori e utenti altamente profilati, coinvolti attraverso una presenza a 360° del brand: dal magazine al sito desktop e mobile, dai social network fino agli eventi sul territorio. Particolarmente distintiva la performance digitale: il sito www.GQitalia.it conta 15.5 milioni di pagine viste e 1,8 milioni di accessi unici (dati Webtrekk maggio 2016). Rilevante anche la componente social con oltre 572.000 fan e follower ( Facebook, Instagram e Twitter).

 

Wired Next Fest 2016

Read more

Grande successo di pubblico con 128 mila partecipanti, superate le presenze dello scorso anno.


Milano 30 maggio 2016 – Si è conclusa ieri la quarta edizione del Wired Next Fest, il Festival dedicato all’innovazione organizzato da Wired Italia, che supera gli ottimi risultati dello scorso anno, registrando 128.000 presenze totali durante le tre giornate.


L’appuntamento che si è svolto da venerdì 27 a domenica 29 maggio ai Giardini Indro Montanelli di Milano, ha presentato nei tre giorni un ricco palinsesto grazie alla partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale. Numerosi i personaggi che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico nelle diverse location dell’evento tra cui: Julian Assange, Lawrence Lessig, Guido Quaroni, Marco Savini, Maurizio Martina, Roberto Cingolani, Umberto Veronesi, Matteo Cerri, il presidente e CEO di Mattel Richard Dickson, Slava Rubin, Eric Jarosinski, Stefano Parisi, Giuseppe Sala, Piergiorgio Odifreddi, Alexandra Elbakyan, Ferruccio de Bortoli, Milo Manara, Gabriele Salvatores, Renzo Rosso, Lapo Elkann, Luca Cordero di Montezemolo, Stefano Sollima, i Subsonica, Fabri Fibra, Marracash, Emis killa, Pif, Linus, Leo Ortolani, Chef Rubio e molti altri.


Grande successo anche per i due concerti serali che hanno richiamato oltre 80.000 persone: i Subsonica, venerdì 27 maggio, hanno inaugurato la prima serata del Festival con un grande evento per festeggiare i 20 anni di carriera, mentre sabato 28 maggio Fabri Fibra e Marracash, per la prima volta insieme, si sono esibiti in un live esclusivo appositamente preparato per il pubblico del Wired Next Fest.


Wired Next Fest è stato anche un grande evento digitale: oltre 600 mila sono stati gli utenti che hanno seguito il festival sul sito e sulla pagina Facebook di Wired Italia, con 2,5 milioni di pagine sfogliate e 500 mila video views tra sito e social, per la prima volta anche in streaming via Facebook Live. Su Twitter le interazioni legate all’hashtag ufficiale #WNF16 lo hanno reso Trending Topics di Twitter Italia.


Appuntamento ora a Firenze il 17 e 18 settembre, dove proseguirà l’esperienza del Wired Next Fest in una location d’eccezione, Palazzo Vecchio.

Il meglio della quarta edizione del Wired Next Fest:
http://www.wired.it/tv/wired-next-fest-in-minuti/
Al link seguente sono disponibili tutti i video e le immagini degli eventi:
http://www.wired.it/topic/wired-next-fest-2016/

 

Dream, Create, Connect: una nuova campagna per raccontare la strepitosa audience femminile

Read more

Dream, Create, Connect: una nuova campagna per raccontare la strepitosa audience femminile

Vogue, Vanity Fair e Glamour sono i tre brand che, insieme, raggiungono ogni mese 16 milioni di donne attraverso tutti i supporti print e digital. Un successo tale da guadagnarsi una campagna social e media.

 

Il nuovo GQ diretto da Emanuele Farneti

Read more

 

 

 

 

Vogue Italia e Place Vendôme Qatar presentano "An Issue by Mario Testino"

Read more

Si è svolto il 27 febbraio 2016 sera l’evento “An Issue By Mario Testino”, ospitato da Vogue Italia in collaborazione con Place Vendôme Qatar, per celebrare il numero di febbraio di Vogue Italia firmato interamente da Mario Testino.
 
Un’installazione in omaggio al fotografo e l’esibizione dei The Misshapes hanno accolto gli ospiti all’esclusivo cocktail dînatoire che ha arricchito il carnet di eventi della fashion week milanese. Numerose le personalità del mondo della moda, le celebrities e le istituzioni intervenute. Fra queste, la cantante e compositrice britannica Rita Ora, la quale ha dato vita a un momento particolarmente emozionante regalando una performance a sorpresa in onore di Mario Testino e del February Issue di Vogue Italia.
 
Laugh. Play. Fun. Sono le tre parole chiave di Vogue Italia di febbraio. Un numero unico e speciale, concepito come un libro e firmato interamente da Mario Testino. Dagli Anni ‘80 una delle personalità più importanti della moda, è lui, il fotografo vitale e positivo per antonomasia, che cattura e dispiega ogni sfumatura della felicità, pagina dopo pagina. Con una visione precisa: nella moda, nella vita, nell'amore.
 
«Spesso dimentichiamo l’innocenza dei bambini, la loro capacità di ridere di tutto, di essere leggeri. Quando un bambino ride, non riesco a smettere di guardarlo. Ed è una sensazione che arriva a tutti, ne sono convinto», spiega Testino parlando della sua ispirazione.
 
«Sono sempre stata una fautrice del positive thinking, penso che avere un atteggiamento positivo nei confronti del quotidiano sia un'arte. Per affrontare la vita di tutti i giorni ci vuole un senso di leggerezza. Ci vuole intelligenza, equilibrio e anche autoironia. Questo porta effetti benefici in tutto e a tutti. E in questo numero abbiamo voluto esprimerlo ancora una volta attraverso le immagini che riflettono la felicità in ogni sfumatura », così Franca Sozzani direttore di Vogue Italia.

 

Il nuovo Vogue.it

Read more

Debutta oggi, 22 febbraio 2016, il nuovo sito di Vogue Italia. Nato nel 2010, Vogue.it , che conta oggi 2.8 milioni di utenti e 46 milioni di pagine viste e, su Facebook supera i 2 milioni di fan, si rinnova completamente. Il segno distintivo, che vuole diventare un nuovo standard di interazione è il frame, una cornice rossa che mette in evidenza il contenuto del sito e ne facilita la lettura. Da sempre, infatti, Vogue Italia ha una propria inquadratura sul mondo, anticipando la moda e interpretandola come un media, diffondendo la filosofia della bellezza e della comunicazione per immagini.


“Ho sempre sostenuto l’importanza dell’immagine, perché è un linguaggio universale, una forma democratica di comunicazione, che non necessita traduzione. Prima di ogni spiegazione, e quindi di ogni parola, nulla è più convincente dell'immagine. L'immagine ti colpisce immediatamente, trasmettendoti sensazioni e sentimenti. L'immagine è stata la chiave di volta per parlare al mondo e Vogue Italia è diventato il giornale per eccellenza dell'immagine, va da sé quindi che anche il sito segua questo principio, oggi ancora più di prima – attraverso il frame, l’inquadratura delle immagini, e attraverso il maggiore spazio dedicato alla fotografia”, così Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia.

 

Vanity Fair per Fiat: Welcome back 1957!

Read more

Per una sera,Fiat e Vanity Fair hanno invitato gli ospiti a fare un tuffo negli anni cinquanta. Complice, e insieme protagonista del party, la Fiat 500 Vintage ’57 color carta da zucchero posizionata all’ingresso di Condé Nast House, location che ha ospitato l’evento Welcome back 1957 per celebrare il lancio dell’iconica auto.
 
 La serie speciale Fiat 500 Vintage '57, che ha debuttato al Salone di Ginevra, vuole infatti celebrare col suo stile giocoso il look e le forme della Nuova 500, celebre modello di casa Fiat nato appunto nel 1957.
 
 La serata si è svolta tra gli spazi di palazzo Condé Nast, allestiti per l’occasione con arredi, musiche, fotografie capaci di ricreare in modo suggestivo l’atmosfera dell’epoca. Tra pin up e camerieri in divisa, non sono mancati balli a tema con Twist And Shout e un vero e proprio set fotografico allestito grazie a un divanetto ricreato col muso di una Fiat 500.

 

Vanity Fair per Ferrero: The Amazing Show e The Secret Show

Read more

“The Amazing Show”, la cena con magia che si è svolta la sera del 18 novembre 2015 al temporary restaurant Priceless di Milano. Mon Chéri ha portato il suo messaggio: «lasciati stupire», DMC invece i suoi numeri di illusionismo che hanno lasciato a bocca aperta il premier britannico David Cameron, Emma Watson, Andy Murray e la Regina Elisabetta. Tra gli ospiti speciali che hanno applaudito DMC c’erano Eliana Miglio, Gabriella Pession, Euridice Axen e Giorgia Wurth, mescolate ai lettori che avevano partecipato al concorso di Vanity Fair.

 

Questo appuntamento fa seguito all’evento “The Secret Show”, un evento esperienziale tenutosi a Palazzo Serbelloni nel novembre 2014.
Un viaggio all’interno del mondo dei sapori che si incontrano gustando un Mon Chéri: cioccolato, liquore e ciliegia. Gli ospiti sono stati accolti in tre sale diverse e consecutive del palazzo, ognuna con una sua personalità, corrispondente a uno dei tre ingredienti del prodotto.
 Ogni sala ha affascinato i partecipanti con uno stile diverso per scenografia, colori e performance, per uno show continuativo che ha stupito ad ogni passo.
 In particolare, gli ospiti sono stati ammaliati dalle esibizioni di Erika Lemay, artista del Cirque du Soleil - che si è cimentata in una danza di evoluzioni in equilibrio su sottilissime aste - e di Laura von Bongard –con il suo record del mondo nella giocoleria antipodista grazie all’utilizzo di sei sfere per le magiche acrobazie.
 Tra gli ospiti, Lavinia Biancalani, Chiara Francini, Mariela Garriga e Marianna Rodriguez. Alla serata esclusiva hanno partecipato anche 25 fortunati lettori di Vanity Fair, i vincitori di 25 pass, validi per due persone. Inoltre, erano stati messi in palio 50 abbonamenti a Vanity Fair, 100 scatole in limited edition di Mon Chéri e, ad estrazione tra tutti i partecipanti, è stato assegnato un altro premio esclusivo, un viaggio per due nelle location originarie dei sapori di Mon Chéri: Ecuador e Isole Galapagos.

 

 

Condé Nast Collection 2016

Read more

Si è svolta il 2 febbraio presso il Teatro Nazionale di Milano “Condé Nast Collection 2016”, la convention di presentazione del palinsesto 2016 di Condé Nast Italia.

 

Il Direttore Generale Fedele Usai ha descritto i nuovi progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi alla presenza di oltre 1200 clienti.

La presentazione si è sviluppata attraverso il fil rouge della qualità, evidenziando la missione di tutti i brand del gruppo.

 

“Quality is our business plan” è così il nuovo pay off di Condé Nast Italia.

 

Alla serata sono intervenuti due ospiti musicali: il vincitore di X Factor 2015 Giosada e Giuseppe Fiorello che ha portato alcune pillole dello spettacolo “Penso che un sogno così”, in tour nei teatri per il secondo anno consecutivo.

 
Condé Nast Collection 2016

GQ Best Dressed Men 2016

Read more

 

Si è svolto il 15 gennaio 2016 l’evento "GQ Best Dressed Men 2016", l’esclusivo appuntamento dedicato all’eleganza maschile giunto alla seconda edizione, organizzato da GQ Italia e realizzato in partnership con Fiat.

 

Nella suggestiva cornice di Carlo e Camilla in Segheria, di proprietà dello chef Carlo Cracco, GQ Italia - brand Condé Nast leader nel panorama dei maschili – ha celebrato l’eleganza maschile italiana. L’appuntamento ha anche inaugurato la nuova direzione del giornale, affidata a Emanuele Farneti, aprendo la settimana della Moda Uomo con la partecipazione dei principali esponenti del mondo della moda maschile italiana e internazionale.

 

Per l’occasione GQ ha compilato una lista dei quaranta uomini più eleganti d’Italia, che verranno celebrati sul numero di febbraio del magazine: «Si tratta di persone di diverso stile, età e mestiere, ben rappresentativi dell’eleganza secondo GQ, che non riguarda solo l’abbigliamento ma più in generale una certa idea della vita. Perché, come si sa, la moda si compra, lo stile no», spiega Emanuele Farneti, direttore di GQ Italia

 

Le immagini della serata sono disponibili su: http://www.gqitalia.it/lifestyle/eventi/2016/01/16/gq-best-dressed-men-2016-una-notte-per-celebrare-gli-uomini-piu-eleganti-ditalia/

 

Merry Christmas and a Happy New Year

Read more

Yes, we have a secret formula...
Merry Christmas and a Happy New Year from Condé Nast Italia

 

"Un'Altra Storia", il primo corto di Vanity Fair

Read more

Il cinema incontra la letteratura a teatro. È successo a Milano il 3 dicembre 2015 quando è andato in scena per la prima volta Un’altra storia, il cortometraggio nato da tre racconti di tre firme storiche di Vanity Fair (Chiara Gamberale, Massimo Gramellini e Gabriele Romagnoli) che fotografano momenti diversi della vita di una donna. Attraverso tre cene: incontra il padre, il compagno, il figlio.

Il progetto nasce dall’incontro tra Vanity Fair e Tendercapital, la società di asset management da sempre mecenate dell’arte che, per la prima volta, si fa promotrice in ambito cinematografico.

Alla première il direttore Luca Dini e Moreno Zani, chairman di Tendercapital, sono stati raggiunti dal regista Dario Piana e da tutto il cast, tra cui Valeria Golino e Valeria Solarino, e da molte altre celebrity.

La voce della Golino è il fil rouge che lega i tre momenti del corto. Da non perdere (e da vedere già su tendercapital.co.uk/it).

 

Vanity Fair omaggia Ellen Page

Read more

Vanity Fair celebra alla Festa del Cinema di Roma 2015 l’impegno dell’attrice a favore dei diritti delle coppie gay. Alla cena in suo onore partecipa anche il ministro Maria Elena Boschi presso il Casino dell'Aurora di Villa Pallavicini.

Ellen Page ha presentato il 29 ottobre a Roma "Freeheld - Amore, giustizia, uguaglianza", il film diretto da Peter Sollett, con Julianne Moore come coprotagonista, che racconta la storia vera di due donne che si sono battute per la parità dei diritti delle coppie gay nel New Jersey.

Poco dopo, all'esclusiva cena di Vanity Fair in suo onore nell’incanto di Villa Pallavicini, l’attrice che si è sempre spesa contro ogni forma di discriminazione ed è anche produttrice del film, con cui ha voluto lanciare un messaggio di tolleranza e rispetto, ha incontrato il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi che segue il complesso cammino in Parlamento delle unioni civili.

 

Have a Glamorous Weekend

Read more

Dopo il successo delle prime due edizioni tornano gli Have a Glamorous Weekend, l’atteso appuntamento con lo shopping firmato Glamour, il mensile femminile di Condé Nast diretto da Cristina Lucchini. Con il Patrocinio dei Comuni e di alcune associazioni locali, l’iniziativa prenderà il via da Palermo il 7 novembre per poi approdare a Bari il 14 novembre e a Bologna il 21 novembre. Una vera e propria festa dello shopping che coinvolgerà i negozi del centro che, per l'occasione, saranno animati con performance live, exhibition e installazioni fino alle ore 22.

 

Glamour Awards 2015

Read more

La seconda edizione dei Glamour Awards elegge le donne icona più Glamour del 2015. Tra le bellissime trend setter di cui il più diffuso mensile di moda italiano si è occupato nel corso dell’anno, 4 sono le vincitrici.
Quest'anno, per la prima volta, è stata riconosciuta una nuova categoria, Committed, dedicata alle donne che mettono in campo la loro influenza e il loro fascino per aiutare i meno fortunati. Ad aggiudicarsi il premio Committed, Kasia Smutniak, impegnata con la sua Pietro Taricone onlus in Nepal. La costruzione di una scuola a Ghami, vicino a Kathmandu, realizza un sogno, condiviso con Pietro Taricone, per dare un aiuto concreto al Paese.

Le altre categorie premiate: Fashion, Cinema e Web Influencer. Rispettivamente riconosciute  a Mariacarla Boscono - musa, icona, diva e regina delle passerelle dal '97, è la top model italiana che ha conquistato il fashion system –a Charlotte Le Bon – a soli 29 anni, l’attrice canadese che ha conquistato Steven Spielberg, è la nuova diva francese di adozione, sospesa tra dolcezza e malizia, spontaneità e sofisticatezza – e a Eleonora Carisi - torinese, classe 1984, appassionata di moda è seguitissima dai fotografi di street style. La votazione on line l’ha incoronata regina di questa categoria.
A decretare le vincitrici, una giuria presieduta dal direttore di Glamour, Cristina Lucchini, e composta da Nathalie Colin, Creative Director & Executive Vice President Communication di Swarovski, dalla top model Nadège e dall’eclettica e super glamorous Candela Novembre.

 

Being The Protagonist: L'Uomo Vogue celebra il mondo del cinema a Venezia

Read more

Si è tenuto il 5 settembre 2015 nella Chiesa di San Clemente dell’Hotel St. Regis Palace, sull’isola di San Clemente, l’evento esclusivo “Being The Protagonist – The Magic Of Cinema From The Best Covers Of L’Uomo Vogue” organizzato da L’Uomo Vogue, il magazine di Condé  Nast riferimento internazionale dello stile e del lifestyle al maschile.
Nella suggestiva location, dove è stata allestita una mostra che ha ripercorso gli ultimi otto anni del grande schermo mondiale attraverso le più belle copertine de L’Uomo Vogue, il Direttore Franca Sozzani ha ospitato diverse personalità del jet set italiano ed internazionale tra cui Tilda Swinton, Elisa Sednaoui, Luca Guadagnino, Alba Rohrwacher,  Isabella Ferrari, Alessandro Roja.
Dagli americani Tim Burton, Robert De Niro, Willem Defoe, Colin Firth, Morgan Freeman, Sean Penn, Mickey Rourke, Tilda Swinton, agli italiani Stefano Accorsi, Elio Germano, Luca Guadagnino, Riccardo Scamarcio e Paolo Sorrentino: questi solo alcuni dei volti presenti nella prestigiosa mostra composta da 44 copertine. Non solo attori ma vere e proprie icone, immortalate dall’obbiettivo di tredici grandi fotografi del calibro di Mark Abrahams, Francesco Carrozzini, Michel Comte, Caitlin Cronenberg, Jack English, Pierpaolo Ferrari, Shayne Laverdière, Peter Lindbergh, Tom Munro, Sinisha Nisevic, Paolo Roversi, Mark Seliger e Bruce Weber.
L’evento è stato organizzato in collaborazione con Jacob Cohën,  il brand del Luxury Denim conosciuto in tutto il mondo per le proprie creazioni di “jeans couture” e da sempre vicino al mondo dell’arte e della cultura.

 

GQ Freak Out

Read more

Si è tenuta sabato 4 luglio a Milano la prima edizione di GQ Freak Out, una grande festa gratuita aperta a tutta la città firmata GQ Italia, il magazine maschile di Condé Nast, e realizzata in collaborazione con Fiat 500. L’evento, inserito nel calendario di Expo in Città, è organizzato con il patrocinio del Comune di Milano e la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute e dell’Assessorato alla Cultura.

 

Un giorno di sostenibile follia, questo l’obiettivo del Festival che dalla mattina a notte fonda proporrà eventi non stop tra i prati del parco Sempione e la piazza monumentale dell’Arco della Pace. Dalle 10 del mattino a mezzanotte il parco, uno dei polmoni verdi di Milano, si animerà di incontri con grandi scrittori, “visionari”, sportivi e tanta musica. Un’esortazione alla leggerezza e alla spensieratezza, un grande evento aperto a tutti, una manifestazione all’insegna dei concetti di divertimento, positività, follia gioiosa, valorizzazione delle diversità, sostenibilità.

 

Durante la giornata si sono alternati: Aldo Busi, Stefano Bartezzaghi, Italo Rota, Luigi Zoja, Giorgio Terruzzi, A.S. Rugby Milano, La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Giuliano Palma, Fatima Al Qadiri, Azealia Banks, Karima 2G,Levante, Kataklò Athletic Dance Theatre,Bruce Airhead e in serata il grande finale con Azealia Banks e Crookers che si sono esibiti davanti ad un pubblico di più di 15.000 persone.

 

“GQ Freak Out è una festa nel verde dentro il cuore della città di Milano. Una festa musicale, anzitutto, con eccellenti ospiti italiani e internazionali dal vivo e una forte attenzione alla multiculturalità. Un momento di riflessione leggera- attraverso i talk- sulla città intelligente, le sue complessità, le sue diversità, la sua gioia, che Freak Out celebra presentandosi come evento totalmente gratuito e aperto a tutti i cittadini, di ogni età, bambini e famiglie inclusi (per questo artisti di strada, busker, acrobati e performer hanno costellato la serata e la nottata). I festival dentro i grandi parchi delle metropoli sono diffusi ovunque nel mondo. Si pensi allo Sziget sull'omonima isola sul fiume di Budapest, al Lollapalooza nel Grant Park di Chicago, all'Outland Lands sotto il Golden Gate a San Francisco, al Love Box a Victoria Park a Londra. Ma solo Freak Out non richiede il pagamento di un biglietto d'ingresso. Da qui la sua promessa di divertimento e follia condivisa in pubblico, la sua importanza culturale e sociale”,  spiega Carlo Antonelli, direttore di GQ Italia.

 

 

Wired Next Fest 2015

Read more

Grande successo di pubblico per la terza edizione del Wired Next Fest, con un record di pubblico di 108.500 presenze totali durante le tre giornate.

 

Numerosi i personaggi che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico nelle diverse location dell’evento: da Roberto Saviano a Edward Snowden, da Shirin Ebadi a Gianni Morandi, e ancora dai Subsonica a Max Pezzali, da Gino Strada a Marracash, da Zerocalcare a Frank Matano, il Trio Medusa e Francesco Mandelli, Matteo Marzotto e Morozov e tanti altri.

 

Grande successo anche per i tre concerti serali: il Fest è stato inaugurato giovedì sera con lo show esclusivo di Sir Bob Cornelius Rifo djset (The Bloody Beetroots) Vs Salmo a cui sono accorsi in oltre 15 mila; venerdì sera, il concerto dei Saint Motel ha visto il parco dei giardini Indro Montanelli popolarsi di 20 mila spettatori; mentre il ritorno dal vivo in Italia di Neneh Cherry, sabato sera, ha richiamato 15 mila persone sotto al palco del Wired Next Fest.

 

 

Il successo del Wired Next Fest ha avuto grande impatto anche digitale: nei tre giorni, sono stati 200 mila gli utenti unici su Wired.it - con 800mila pagine sfogliate al giorno – nella sezione dedicata all'evento. In 30 mila hanno seguito il Fest anche in streaming e tramite i clip on demand. Su Twitter sono state oltre 9.200 interazioni legate all’hashtag ufficiale #wnf15, 3.000 legate a #wirednextfest e #wnf, e oltre 3.500 sono state le immagini e video caricati su Instagram.

 

 

GQ Best Dressed Men 2015

Read more

Si è svolta il 18 gennaio 2015 l’esclusiva cena organizzata da GQ Italia per celebrare i 30 Best Dressed Men nella suggestiva e singolare cornice di Carlo e Camilla in Segheria.

 

Il numero di gennaio di GQ Italia celebra i trenta uomini più eleganti d’Italia, una selezione basata sull’attitude, individualità e valori interiori: un Gentlemen Club tra personaggi del mondo della cultura, dello sport, appartenenti ad antiche casate, dandy-artisti, dello spettacolo, d’azienda e della finanza.

 

Tra gli altri hanno partecipato Carlo Borromeo, Saverio Costanzo, Alessandro Cattelan, Luca Dini, Costantino della Gherardesca, Ginevra Elkann, Barnaba Fornasetti, Fabrizio Gifuni, Luca Guadagnino, Suzy Menkes,  Margherita Missoni, Luigi Ontani, Lorenzo Richelmy, Alba Rohrwacher, Luca Ronconi, Italo Rota, Claudio Santamaria, Giovanni Soldini, Franca Sozzani, Tilda Swinton, Victoria Cabello, Nico Vascellari.

 

Glamour Awards 2014

Read more

Milano ha premiato le 5 donne più Glamour del 2014. Le vincitrici della prima edizione italiana dei Glamour Awards, selezionate dal mensile Condé Nast, sono state Diane Kruger, per la categoria Cinema, Poppy Delevingne (Fashion), Leigh Lezark (Music), Linda Tol (Bloggers) e Candela Novembre (First Row).

 

50 anni di Vogue Italia

Read more

Il 21 settembre, presso la sua prima sede storica, in Piazza Castello 27 a Milano, Vogue Italia ha festeggiato il suo 50esimo anniversario inaugurando la mostra Vogue Archive: Celebrating the 50th Anniversary of Fashion. Un grande party e anche l’occasione per lanciare un nuovo importante progetto, Vogue Archive, un archivio digitale che racchiude la storia del magazine e che sarà accessibile a tutti. Ad accogliere gli invitati, 200 ingrandimenti delle immagini che hanno reso il magazine un oggetto di culto e spettacolari proiezioni che illuminavano il cortile esterno. «50 anni di Vogue e 26 miei«, ha detto Franca Sozzani, direttore dal 1988. «Ho sempre pensato che la moda fosse qualcosa di più di una bella donna con un bell'abito. La moda è capacità di attrarre e catalizzare l'attenzione su tematiche attuali, di interesse sociale. Per questo, a volte, ho preferito rischiare di essere fraintesa e di generare controversia, ma sempre nell'ottica di impegnarmi in prima persona per le giuste cause».

 

Vogue Archive

Read more

Franca Sozzani, direttore di Vogue dal 1988, presenta l'archivio digitale di moda più importante del mondo, un prezioso contenitore che racchiude tutta la storia del magazine: servizi, fotografie, articoli, campagne pubblicitarie e molto molto altro.